Anche Leggermente Torino approda a Valdocco

Foto Marzia Allietta

Leggermente Torino è un progetto di promozione della lettura avviato da Fondazione Cascina Roccafranca, in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi, la Biblioteca Civica Villa Amoretti e la Libreria Gulliver. Mette in dialogo gli autori e le autrici con il loro pubblico in una serie di incontri lungo tutto l’anno.

Quest’anno l’iniziativa si è estesa a tutta la Rete delle Case del Quartiere. Il Cecchi Point si è gemellato al gruppo di lettura Teste di Medusa, che si riunisce da 5 anni nel nostro quartiere a Portmanteau.

Foto Marzia Allietta

Il primo appuntamento del 5 febbraio 2022 ha visto il quartiere protagonista con un reading itinerante con Francesco La Rocca, autore di Interno Corte, Gallucci Editore, illustrazioni di Moisi Guga.

Foto Marzia Allietta

Dalla Biblioteca Civica Italo Calvino, abbiamo passeggiato fino a St’Orto, il giardino di comunità con attività per bambini recuperato da Fondazione Fuoridipalazzo, passando per Portmanteau con uno dei tipici cortili di ringhiera.

Proprio un palazzo di ringhiera è il protagonista del libro, con due scale principali, diciotto appartamenti e le vite degli inquilini che si snodano una dopo l’altra. Interno Corte è la storia di un’assemblea condominiale, ma anche della varia umanità con cui conviviamo e in cui possiamo riconoscersi.

L’incontro si è concluso con la presentazione all’interno della biblioteca.

Francesco La Rocca ha studiato Diritti Umani e lavora nel sociale. È autore del podcast Le Perifantaferie.

Prossimo appuntamento

Leggermente incontra 𝗣𝗲𝗿𝗰𝘆 𝗕𝗲𝗿𝘁𝗼𝗹𝗶𝗻𝗶

per parlare del suo libro

𝘿𝙖 𝙨𝙤𝙡𝙖
𝗗𝗶𝗮𝗯𝗼𝗹𝗼 𝗘𝗱𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶
𝗖𝗮𝘀𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝗾𝘂𝗮𝗿𝘁𝗶𝗲𝗿𝗲 𝗖𝗲𝗰𝗰𝗵𝗶 𝗣𝗼𝗶𝗻𝘁

con il gruppo di lettura 𝗧𝗲𝘀𝘁𝗲 𝗱𝗶 𝗠𝗲𝗱𝘂𝘀𝗮 e il gruppo 𝗦𝗶𝘀𝘁𝗮𝗿 in collaborazione con 𝗣𝗼𝗿𝘁𝗺𝗮𝗻𝘁𝗲𝗮𝘂

Per maggiori informazioni

https://bct.comune.torino.it/sedi-orari/italo-calvino

https://medium.com/teste-di-medusa

http://www.cecchipoint.it/

I Graphic Days approdano a Valdocco!

GRAPHIC DAY IN THE CITY

A VALDOCCO: Venerdì 17 settembre h 17,30 m- 19,30
Scuola Primaria De Amicis, via Masserano 4

GRAPHIC DAYS è un calendario di eventi gratuiti diffusi in città (dal 16 al 26 settembre) che copre dieci giorni di iniziative dedicate al visual design. La nuova edizione del festival prevede mostre, performance, attività esperienziali e workshop all’interno dello spazio di Toolbox Coworking, sede principale, e numerosi eventi diffusi sul territorio cittadino.

Durante la giornata del 17 settembre si alterneranno conferenze, mostre e workshop dedicati alle arti visive, attraverso il coinvolgimento di diverse realtà curatoriali e attori di ambiti affini e non, con l’intento di favorire processi virtuosi di contaminazione tra idee e competenze.

Eterogenee e numerose le location: sedi auliche e spazi informali, luoghi generalmente non accessibili al pubblico o inaspettati, come le vetrine di uno studio di design o i cortili inesplorati cittadini.

LA CITTÀ INVISIBILE. STORIE IMMAGINARIE DI QUARTIERI REALI è l’appuntamento a cura di Cecilia Campironi, Nicoletta Daldanise e Paola Fagnola

in collaborazione con il blog “Approdo a Valdocco”

Il workshop prende spunto dal pamphlet “La contrada dei bisbigli”, ideato nella forma di libro-mappa da Cecilia Campironi e Nicoletta Daldanise, come parte dell’iniziativa promossa da Bottega Fagnola, “La città invisibile”, per rendere omaggio ai quartieri di Torino. Il volume, in edizione limitata, ripercorre un isolato della Contrada dei Guardinfanti in chiave immaginaria. Il laboratorio de La città invisibile unirà alla scrittura tecniche artistiche e di legatoria. La narrazione prenderà spunto in prima battuta dall’osservazione del quartiere e dalla raccolta delle storie dei suoi abitanti, per poi rielaborare un percorso di attraversamento urbano a metà tra realtà e fantasia.

La serie di libri-mappa, realizzati dai partecipanti al workshop, diventeranno così una fanzine con cui accompagnare le famiglie e altri cittadini alla caccia di dettagli insoliti nel reticolato urbano o magari verso l’inizio di una nuova storia.

#GDinthecity#graphicdaystorino #graphicgang

CLICCA QUI per il programma

Condividere momenti di felicità

Come puoi partecipare?

Riceverai una lettera da un artista o uno scrittore o un educatore o un operatore sociale, che descriverà con testi e piccoli oggetti un suo momento di felicità.

Tutto quello che ti viene richiesto è di rispondergli/le con un’altra lettera. Puoi prenderti tutta l’estate per farlo! I momenti così raccolti diventeranno materiale per performance artistiche in autunno, in giro per la città di Torino.

Comunicaci la tua volontà a partecipare a redazione@approdoavaldocco.org

“Come comunità di artisti e innovatori sociali stiamo osservando l’effetto della pandemia in termini di sofferenza emozionale: il distanziamento fisico, l’impossibilità di vivere un abbraccio o scorgere un sorriso, la difficoltà di condividere momenti di convivialità e di vicinanza con i nostri cari stanno provocando un malessere psicofisico a cui ancora si sta ponendo poca attenzione. Per rispondere a questa condizione abbiamo sviluppato beewe, un’azione partecipativa poetica, semplice e concreta per riempire il vuoto relazionale attraverso la condivisione epistolare di momenti di felicità.”
artway of thinking

artway of thinking è un’associazione culturale che opera per incoraggiare processi di creazione collettiva, in cui gli artisti prendono parte a processi di cambiamento sociale.

beewe è parte di una ricerca più ampia che artway of thinking sta sviluppando sul “valore della felicità”. Un paradigma alternativo a quello del “benessere”, offerto dall’idea di progresso che dall’illuminismo ad oggi ha determinato la direzione e le politiche della nostra società. La prossima azione partirà il 20 marzo 2022, Giornata Mondiale della Felicità e sarà creata sulla base delle storie raccolte durante beewe.

beewe si svolge nell’ambito delle attività di “beeO- Ingredienti di Comunità / Percorso di Immaginazione Civica” realizzato per beeozannam Community Hub di Torino.

Contest fotografico

Dal 5 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021

Caccia all’angolo!


La redazione di “Approdo a Valdocco” è alla ricerca di nuovi talenti fotografici per le immagini del blog. Basta avere un cellulare per catturare uno scorcio del quartiere a cui sei affezionato o un momento che ti piacerebbe ricordare.


In questa missione sarai guidato/a da un fotografo professionista che abita in quartiere. Alberto Morici ha preparato qualche consiglio utile per aiutarti.

Da piazza Baldissera a corso Regina Margherita si impiegano circa 2 minuti di tempo in macchina attraversando il quartiere Valdocco.

Dietro le case che si vedono passare rapidamente da Corso Principe Oddone, si trovano persone, attività, storie e luoghi che meritano di essere osservati con molta calma e attenzione.

Per questo mi piace l’idea di fotografare piano, cercando con cura il bello e il sublime che si nasconde poco appariscente anche fuori dalle zone turistiche del centro di ogni città.


Questi sono i consigli che sento di darti per fotografare un territorio:
– Conosci il luogo, trova il tempo per esplorate il quartiere, possibilmente a piedi e usando prima di tutto gli occhi, per entrare in contatto con i posti e le persone e prova a immaginarti o a farti raccontare una storia legata a ciò che vedi e ti circonda.
– non avere paura, avvicinati al tuo soggetto, prova a dialogare con le persone che fotografi coinvolgendole nelle tue immagini, cerca un dettaglio particolare nei luoghi. Il fotografo non dovrebbe rubare immagini da lontano, ma diventare parte integrante della foto.
– la tecnica si impara, ma l’occhio si affina: Internet offre tanti corsi di base e avanzati per imparare a usare al meglio la fotocamera dello smartphone o la reflex, ma lo sguardo si allena anche osservando e studiando il lavoro di altri fotografi.

Ecco 4 nomi di fotografi con stili e sguardi interessanti e molto diversi tra loro:
Greg Girard www.greggirard.com
Francesco Faraci www.instagram.com/faracifra/
Gabriele Basilico www.archiviogabrielebasilico.it
Beandon Stanton (Humans of New York)  www.facebook.com/humansofnewyork/


Invia le tue fotoredazione@approdoavaldocco.org entro il 3 gennaio 2021.

Per la Befana annunceremo il vincitore o la vincitrice! Troverà una dolce sorpresa ad aspettarlo alla Pasticceria Corgiat!


Tutte le foto dei partecipanti saranno pubblicate nella nostra gallery con il nome dell’autore/rice.